Notice: is_feed was called incorrectly. Conditional query tags do not work before the query is run. Before then, they always return false. Please see Debugging in WordPress for more information. (This message was added in version 3.1.0.) in /home/iila/public_html/wp-includes/functions.php on line 5535
Seminari sull’istruzione inclusiva ed equa a Montevideo, Uruguay. 11-15 novembre 2019 - IILA Skip Navigation Main Navigation

Seminari sull’istruzione inclusiva ed equa a Montevideo, Uruguay. 11-15 novembre 2019


Tra l’11 e il 15 novembre si sono tenuti una serie di seminari sull’istruzione inclusiva ed equa a Montevideo, nell’ambito dell’azione di sostegno del programma EUROsociAL + all’Amministrazione nazionale della pubblica istruzione (ANEP).

Il fil rouge dei seminari era “Istruzione inclusiva in Uruguay: la pedagogia vista in chiave della differenza”. Ai seminari ha partecipato Mel Ainscow, professore emerito dell’Università di Manchester e autore della Guida dell’UNESCO 2017 per garantire equità e uguaglianza nell’istruzione. Seguendo le indicazioni dell’UNESCO e dell’Agenda mondiale sull’istruzione 2030 – che suggeriscono ai paesi di fare uno sforzo per rivedere, valutare, migliorare le scuole e rimuovere gli ostacoli affinché nessuno sia lasciato indietro – l’Area politiche sociali del programma EUROsociAL + sta lavorando insieme alle autorità dell’Uruguay nello sviluppo di diversi strumenti, affinché ci sia nel paese un’istruzione inclusiva ed equa – in cui tutte le persone contano – e contano allo stesso modo. A tal fine, l’impresa sociale spagnola ONCE e un gruppo di esperti internazionali sono stati coinvolti per collaborare alla progettazione di questi strumenti, basati sulle buone pratiche di altri paesi europei e latinoamericani: Mel Ainscow del Regno Unito, Maribel Campos dalla Spagna, Cinthya Duk del Cile e Natalia Guala della ONCE. “Tutti i bambini contano. E tutti i bambini contano allo stesso modo “, ha ripetuto Mel Ainscow, come un mantra. Anche se è un concetto strettamente legato all’inclusione dei bambini con disabilità, Ainscow ha invitato ad ampliarlo, pensando a quali bambini sono i più vulnerabili in ogni paese, e prestando particolare attenzione a loro. Inoltre, Ainscow si è riunito con le autorità del Consiglio centrale dell’educazione, con il gruppo di lavoro allargato sulle situazioni di disabilità dell’ANEP. Insieme all’esperta cilena Cinthya Duk, ha organizzato seminari con insegnanti, ispettori e con organizzazioni della società civile che si occupano di questi problemi. Il suo ruolo, dice, è “stimolare la discussione” e apportare un valore aggiunto attraverso la sua esperienza di altri sistemi educativi nel mondo.

La settimana di scambio si è conclusa con una presentazione pubblica alla Presidenza sui progressi della proposta avanzata da parte di Wilson Netto, presidente del Consiglio esecutivo centrale dell’ANEP; Juan Andrés Roballo, Vice Segretario della Presidenza dell’Uruguay; Natalia Guala per conto della ONCE; e Virginia Tedeschi, in rappresentanza dell’Area politiche sociali di EUROsociAL+.