Notice: is_feed was called incorrectly. Conditional query tags do not work before the query is run. Before then, they always return false. Please see Debugging in WordPress for more information. (This message was added in version 3.1.0.) in /home/iila/public_html/wp-includes/functions.php on line 5535
EL PAcCTO partecipa alla riunione della Rete di Accademie Penitenziarie Biregionale-America Latina e Europa. 3 giugno 2021 - IILA Skip Navigation Main Navigation

EL PAcCTO partecipa alla riunione della Rete di Accademie Penitenziarie Biregionale-America Latina e Europa. 3 giugno 2021


L’IILA, nell’ambito del programma Europeo EL PAcCTO, ha promosso la Rete di Accademie Penitenziarie Biregionale –  America Latina e Europa (RAP) che coinvolge 16 paesi, 12 latinoamericani e 4 europei.

Il 3 giugno la RAP si è riunita in sessione plenaria per la terza volta dal suo inizio nel marzo di quest’anno. L’Argentina ha presentato la sua Accademia Penitenziaria e la sua struttura di formazione. I progressi che il paese sta facendo in termini di uguaglianza di genere hanno suscitato molto interesse. È stata menzionata la Legge Micaela, che è stata promulgata il 10 gennaio 2019 e stabilisce una formazione obbligatoria in materia di genere e violenza di genere per tutte le persone che lavorano nel servizio pubblico, nei rami esecutivo, legislativo e giudiziario della nazione.

È stato identificato il bisogno di condividere le buone pratiche e le lezioni apprese sulla gestione e il trattamento dei gruppi a rischio speciale. In particolare, le donne incinte, post-partum e che allattano; le persone LGBT; le persone indigene; gli anziani; i bambini che vivono con le loro madri in prigione.

L’Uruguay, da parte sua, ha invitato tutti i rappresentanti delle Accademie a partecipare al Seminario Internazionale sui Sistemi Penitenziari e Diritti Umani che si organizzerà, nel quadro della RAP, a partire dal 17 giugno e che prevede la collaborazione dell’UNODC, dell’organizzazione Ciudadanos en Apoyo a los Derechos Humanos (CADHAC) del Messico e della Asociación de Prevención contra la Tortura (APT), così come di autorità nazionali, esperti regionali e internazionali.

Infine, sono stati discussi i temi considerati prioritari e ai quali sarà dedicata un’attenzione particolare durante il mese in corso, in particolare la questione dei circuiti differenziati, la sicurezza dinamica e la lotta contro l’infiltrazione del CTO nei sistemi penitenziari.

In conclusione, si può dire che questo incontro è stato un’altra occasione per uno scambio significativo e un buon momento per discutere di importanti questioni legate al settore penitenziario e per stabilire una proficua collaborazione sia a livello regionale che bilaterale con assistenze tecniche specifiche.