Avviso

Corsi di formazione “Construcción de la idoneidad de la pena para los adolescentes en conflicto con la Ley”. Guatemala – El Salvador, 29 aprile-6 maggio 2016

cartina america centraleNell'ambito del Progetto "Menores y Justicia", finanziato dalla DGCS/MAECI, si sono svolti due Corsi di formazione: il primo, dal titolo "Construcción de la idoneidad de la pena para los adolescentes en conflicto con la Ley", ha avuto luogo in Guatemala nei giorni 29 e 30 aprile e il secondo, intitolato "Curso de Formación para equipos multidisciplinarios", si è tenuto in El Salvador dal 2 al 6 maggio 2016.

Dette iniziative si sono avvalse dell'assistenza tecnica del Dott. Salvatore Inguì, Assistente Sociale dell'Ufficio del Servizio Sociale per i Minorenni – USSM di Palermo del Dipartimento per la Giustizia minorile del Ministero della Giustizia, e consulente dell'Associazione "Libera".

Obiettivo del Progetto è contribuire alla condivisione e applicazione tra i Paesi dell'America Centrale dei più adeguati sistemi di giustizia che coinvolgono i minori in conflitto con la legge, con particolare riferimento a Guatemala ed El Salvador, puntando all'inclusione sociale e facendo tesoro delle esperienze acquisite e delle best practices consolidate a livello internazionale. Obiettivo specifico, anche attraverso i Corsi di formazione, è rendere più efficace ed equa la capacità di risposta delle entità preposte alla giustizia minorile, con particolare riferimento alla detenzione preventiva e alle misure alternative alla detenzione, secondo un approccio che vede minori/giovani come agenti di sviluppo.

In occasione della missione, si sono realizzati alcuni incontri con i Ministeri della Salute di Guatemala e di El Salvador, che stanno collaborando con l'IILA alla realizzazione di un'altra iniziativa di cooperazione, finanziata dalla DGCS/MAECI: Programma di cooperazione "Miglioramento della Sicurezza e Qualità Trasfusionale in Bolivia, El Salvador e Guatemala". Obiettivo degli incontri è stato l'approfondimento alcuni accordi inter-istituzionali di cooperazione tecnica, accademica e scientifica. Detto Programma, che si avvale del coordinamento tecnico-scientifico di AVIS – Associazione Volontari Italiani Sangue, e di FIODS – Federazione Internazionale delle Organizzazioni di Donatori di Sangue, si propone il miglioramento della sicurezza e della qualità trasfusionale, attraverso la promozione della donazione volontaria, periodica e non remunerata del sangue, e il rafforzamento dei sistemi trasfusionali nazionali nei tre paesi menzionati.